Dall’uno all’altro Guido: la Torino di Gozzano e Ceronetti

(IV e ultima parte – seguito a Ceronetti luce in tenebris, L’arte povera di Guido Ceronetti, e a Tra poeti, ufo e suonatori d’organo verso l’Assoluto)   I catari di…

Continua a leggereDall’uno all’altro Guido: la Torino di Gozzano e Ceronetti

Tra poeti, ufo e suonatori d’organo verso l’Assoluto

(Parte III – seguito a Ceronetti, luce in tenebris e a L’arte povera di Guido Ceronetti)   Dalla questione ambientale, trascurata, ignorata, e dovrebbe invece essere oggi la questione politica…

Continua a leggereTra poeti, ufo e suonatori d’organo verso l’Assoluto
Scopri di più sull'articolo Freire e Consolo, la Sicilia tra foto e parole
C. Freire, Calascibetta

Freire e Consolo, la Sicilia tra foto e parole

  Non c’è soltanto Consolo tra gli scrittori incontrati, conosciuti e fotografati durante la vita. Ma anche Beckett, “silenzioso e sempre concentrato sul suo lavoro e la sua visione del…

Continua a leggereFreire e Consolo, la Sicilia tra foto e parole

Il centenario della nascita di Capa, fotografo della libertà

  Due recenti libri sul più importante fotografo della guerra. Uno l’ha pubblicato l’editore Contrasto (dicembre 2012): Robert Capa. Tracce di una leggenda. Duecentotrenta pagine scritte da Bernard Lebrun e…

Continua a leggereIl centenario della nascita di Capa, fotografo della libertà

Zanetti, l’avvocato editore che sfidò il fascismo

Avvocato, giornalista, editore. Uomo libero e indipendente in un momento della storia italiana in cui esserlo non era facile né conveniente. Per ricordarne la figura, Barbara Boneschi ha scritto il…

Continua a leggereZanetti, l’avvocato editore che sfidò il fascismo

“Il silenzio del mare”, il primo racconto di Vercors

  L’ufficiale tedesco si presentò: “Mi chiamo Werner von Ebrennac”. E aggiunse: “Mi dispiace”. I suoi ospiti non risposero, come faranno sino alla fine del racconto. L’ufficiale indesiderato era colto…

Continua a leggere“Il silenzio del mare”, il primo racconto di Vercors
Scopri di più sull'articolo Nabokov, l’esilio e le farfalle della vita
© Henry Rousseau, L'incantatrice di serpenti

Nabokov, l’esilio e le farfalle della vita

La sua più grande e sincera aspirazione era di poter un giorno scrivere prosa nella quale pensiero e musica si congiungessero “come le pieghe della vita nel sonno”. Vladimir Nabokov…

Continua a leggereNabokov, l’esilio e le farfalle della vita