Tre “poesie friulane”

 

È il ventre di un gigante
 
È il mondo
dentro il ventre
di un gigante
che gioca a far la lotta
coi folletti
si rotola sul piano all’improvviso
è il tuono roboante
che in terra ci sorprende
e un poco preoccupati
alziamo gli occhi in su
nuvole nel cielo madreperla.
 

Il gatto nero
 
Ti stampi in testa
posi per chi
mentr’io passo
e ti dipingo in poi

si dice porti iella il gatto nero
e tu serafico
gli occhi a dire eppure

t’incornicia un tetto un davanzale
ma tu sei rovi e bosco
seduci a vista e dici mai.
 

Il bosco ha il sigaro in bocca
 
Il bosco ha il sigaro in bocca
le farfalle sono castagne
e hanno quattro ali
due alberi discorrono sull’umidità del cielo
“sarà ennesimo gavettone”
l’altro tira una boccata
e accavalla la gamba
“le nuvole sono dispettose”
e intanto il fumo
s’incastra sul monte
e per qualche congiunzione
beviamo l’aria.

 

 

bosco-fumo

 

 

Print Friendly, PDF & Email