Forse nell’aria

 

Sarà
forse la paura,
le preghiere che
si consumano
dentro
il tempio vuoto
dei nostri
veri bisogni
che
ci fa perdere
il coraggio
di chiedere il perché
del perché.

Bisogna fare
presto,
si sta rinverdendo
il folle desiderio
di non dare conto,
di non pagare
per la verità.

Cerchiamo nell’aria,
nell’imponderabile e
scorgeremo
la possibilità,
rompendo la fissità
delle regole.

Il nuovo potere
venuto dal nostro
non esserci,
conduce
lungo il deserto, e
verso il tramonto.

Dove sono i giorni
che parlano e
ascoltano?

 

Print Friendly, PDF & Email