Nel silenzio

 

Ho ripreso
tra le mani
il mio silenzio,
dove ogni cosa
diventando muta
si scopre e
si vede
nella sua nudità,
in trasparenza:
come se ritornasse
a nascere
per la prima volta.

E si viaggia
su fondali azzurri e
non si increspa
l’onda
quando si scende e
si veleggia
fino in fondo
nel lento mutare,
da uno stato all’altro.

Si può rinascere
da questo
nuovo oriente
anche il giorno dopo,
nel silenzio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email