Divagazioni con gatti lupi e cani e forse cristiani

….e chi la scure
asterrà pio dalle devote frondi
men si dorrà di consanguinei lutti

Foscolo, I Sepolcri

 

ISIS
 
La sacrilega mano ora s’astiene
salva ulivi e cipressi
fa macerie
cancella l’arte, il sacro
oltraggia la memoria
uccide per diletto
distrugge il vecchio
eppure nulla è nuovo
la feroce protervia
homini lupus eterno
l’uomo
cieco pugnala la sua stessa ombra.

 

ODORI

Burbonski, Homo homini lupus, 2010

Burbonski, Homo homini lupus, 2010

Mi apparvero da cani erano polli
grassi enormi da darli per tacchini
bipedi dunque impossibili cani
cod’a ruot’a colori da pavoni
com’antichi accademici baroni
di lungo corso.
 
Haimé mi allerta al morso
il falso cane-pollo a tutt’a un sorso
vedo pure nel social-network
il ricors’al ridicolo o allo shock
un circo coi Pierrot coi Pulcinella
per dire quella smania senza fine
che induce le galline a ovulare
e le donne a figliare.
 
Tutto un pasticcio è il mondo nei contrasti
i deserti si estendono più vasti
solitudini e guasti falsi e droghe
nelle botti son fradice le doghe
la luce è ombra il buio è a gogò
l’uomo è finito è  l’era del robot
dirlo fa bene ma non c’è più verso
la scienza si vergogna
c’è odore di carogna
è l’Universo?


SALTI

Saltava a metri il gatto mio
nel sogno
ho avvertito il bisogno d’imbracciarlo
ma ora sveglio penso alla certezza
tra cabala e profeta
sui tradimenti e l’infido nel gatto
è questo il fatto
e quel salto m’inquieta

 

FESTE E TAGLIATESTE

 
Brusii per la Quaresima
convergono alla Chiesa
onori, spesa pubblica,
il capo-cantoniere
affari e miserabili
in fila tutt’in piedi
il sacerdote in tunica
tenero baccalà
pretende l’elemosina
promette l’Aldilà
canta l’Osanna e il Gloria
farfuglia un missa-est
nel giubilo lo ammette
è stato tutto un test!
monitorare il gregge
le lane da tosare
le casalinghe, i deboli
i pericoli in mare…
E tutto tiene e scivola
s’invola ma non pare
né ombra né Quaresima
è tutto un digitare
messaggi brevi e ipocriti
tra Paradiso e Inferno
l’eterno Ben’e Male
Quaresime e Vigilie
per procurare feste
accrescere gli stimoli
in chi taglia le teste.