Cosa dicono? Cosa fanno?

Rubrica di informazioni varie

Salvatore Cangelosi ha consegnato all’editore “Due Torri” di Palermo l’esito di una sua lunga intervista  a Mario Grasso  su Stefano D’Arrigo e Horcynus Orca.

Grazia Dormiente pubblicherà il suo nuovo libro da Prova d’Autore. Una corposa antologia di analisi critiche su opere e momenti culturali in Sicilia dal titolo Scritti a margine

Lorenzo D’agata ha pubblicato da Prova d’Autore un romanzo che continua ad aggiornare la linea narrativa del Giuseppe Villaroel di “Via Etnea”, e gli a fondo su Catania e i catanesi di Aniante, Patti e Brancati. Titolo: Via Bellini 25.

Salvatore Emanuele Samperi ha messo la parole fine alla sua pluriennale ricerca sulla vita di Vincenzo Bellini. Ci ha confidato che l’impresa cui ha dedicato il proprio lungo impegno mirante a far chiarezza su diversi punti rimasti in ombra  pur le numerose opere di ricostruzione biografica del Cigno, compreso il controverso avvelenamento come causa di morte, trova in questo suo saggio una risposta a sfondo esclusivamente scientifico che modifica le conclusioni cui sono pervenuti altri eminenti autori di biografie belliniane. Samperi conta di poter pubblicare l’opera entro i primi giorni del prossimo luglio.

Alessandro Centonze pubblica da Prova d’Autore il suo saggio sul  Giallo nordico cui ha dedicato studi e attente ricerche da coerente cultore. L’opera presenta  informazioni critiche e osservazioni di costume che arricchiscono l’aspetto pioneristico in Italia di questo importante lavoro. Un libro destinato agli studiosi e ai lettori dei romanzi scritti da autori norvegesi Finlandesi e Islandesi la cui valenza storico critica viene spiegata  da Alessandro Centonze per consegnare una primizia  destinata alla Storia della letteratura europea. Titolo dell’opera: Il giallo nordico. Sarà nelle librerie fin dalla prima settimana di luglio.

Alfonso Lo Cascio ha pubblicato una sorprendente opera di indagine storica che illumina su tutta una congerie di fatti importanti e in gran parte inediti sulla Reconquista dell’Europa e la scelta di iniziare dalla Sicilia l’invasione delle truppe Alleate di liberazione. Uno dei punti centrali della puntualissima indagine storica di Lo Cascio chiarisce e descrive i motivi cardine stabiliti a Casablanca da Roosevelt e dagli altri capi Alleati sulla linea politica inflessibile della “pace incondizionata”. Un libro di immancabile informazione storica definitiva per intendere meglio il procedere delle operazioni belliche fino alla conclusione e le prospettive che hanno rispecchiato fedelmente quanto era stato programmato a Casablanca. Il saggio è nelle librerie col titolo 1943: LA “RECONQUISTA” DELL’EUROPA-  Dalla conferenza di Casablanca allo sbarco in Sicilia.

Nicolò Mineo, Mario Grasso, Alessandro Centonze e Giulia Sottile, stanno organizzando una giornata di studi in memoria di Sebastiano Addamo, lo scrittore lentinese (febbraio1922 – 9 luglio 2000) di cui ricorre il ventennio dalla morte.  La scrivente, in qualità di relatrice e coordinatrice dei convocati e dei lavori critici che ne scaturiranno, curerà le comunicazioni relative al programma delle relazioni che  saranno raccolte e pubblicate in volume in tempi reali.

Maurizio Cairone di cui leggiamo nelle pagine di questo Lunarionuovo di giugno una significativa e avvincente evocazione allusiva  a mo’ di racconto sulla tragica morte di Nino Martoglio, ha pubblicato un romanzo (Santi Potenti e Briganti) in cui i fatti narrati vengono coniugati con un geniale recupero di lemmi e locuzioni del dialetto malettese, fino a realizzare una resa che colora i contenuti rivisitati in chiave fedelmente storica resi con la grazia letteraria inventiva che li ripropone quasi su linea di allegoria e contemporaneità. Merito di un gioco linguistico d’alta caratura e di una sapiente evocazione di fatti accaduti come attinti a un misterioso composto, ora di cartigli secretati ora di reali corrispondenze come ha osservato Mario Grasso nella nota in bandella che presenta il libro. Si direbbe di un romanzo storico scritto da un poeta dotto  e saggio, divertito del proprio procedere divertente e nello stesso tempo serio e denso di stimoli storici oltre che di recuperi lessicali e delle remote cronache siciliane di Maletto e dintorni.

(a cura di Stefania Calabrò)