Copia omaggio

In un mercato di economia perfetta il punto di equilibrio si raggiunge quando la curva di domanda interseca la curva di offerta. Quel punto indicato dagli studiosi in genere con una “E” maiuscola è la condizione verso la quale il mercato dovrebbe tendere e orientarsi.

Se rispecchiamo tale situazione in contesti più o meno differenti, le stesse curve si dovrebbero intersecare più o meno alla stessa altezza e mantenere la sua forza di perfezione utopica più o meno per le stesse ragioni.

Questa però è una forzatura di ragionamento utilizzata come esempio economico al fine di semplificare il concetto e per capirne meglio gli effetti. E’ possibile applicare tale costrutto in altri campi, per esempio nell’editoria?

In un mondo sempre più ricco di produttori di scrittura, cosa possiamo constatare?

Se consideriamo un ipotetico mercato di scrittori e lettori, dovremmo avere una giusta proporzione fra essi che ci conduca ad un equilibrio tale da avere per ogni scrittore un, seppur ridotto, pubblico di riferimento, occasionale o affezionato, per ogni produzione.

Scelte editoriali mirate e di qualità che orientino il lettore al fine di una crescita reciproca di entrambi, per creare una simbiosi lettore-scrittore, con influenza reciproca e di incentivo, quasi come un amante sceglie il proprio partner.

Invece sempre più meretrici occupano gli angoli delle nostre strade e accendono fuochi segnalatori che si spengono in fretta anche per la scarsa qualità del carburante scelto. La stessa carta spesso riesce solo ad alimentare “fuochi di paglia” perché fin troppo plastificata e si ferma alla mera combustione lasciando macchie di pece che impiastrano viandanti distratti.

E poiché il lettore resterà sempre più solo, inseguito e perseguitato da schiere di scrittori, verrà adulato, persuaso, incentivato affinché si decida a compiere questo atto della lettura, inglobato in una vera e propria operazione di marketing.

Il punto di equilibrio in questione sarà così lontano e difficile da raggiungere, da prevedere una casta oligarchica di lettori a fronte di una vastità di fruitori della scrittura, al punto che questa lector species genererà un soggetto raro e pregiato che, a fronte delle avversità cui andrà incontro per sfuggire alla schiera di predatori, poiché ritenuto ormai in via di estinzione, sarà a tal punto omaggiato, per il disturbo procurato, di una “copia omaggio” dal tagliando privato.

offerta

Print Friendly, PDF & Email