Quella volta il the perché

 

Con greve passo il tempo ha massacrato
piantagioni erbe mediche gli aròmi
e il the tritato con canapa indiana
nel porto un cobra sfuggito ai circensi
si è acciambellato a un fusto di petrolio
la darsena è un agòne di donnine
tutto a Boston si scrolla dei ricordi
chissà perché con oggi un fortunale
ripristina fantasmi al forestiero
improvvise ribelli sono sozze
scarmigliate negre eredi di quelle
che morirono schiave violentate
sfregiate ignote tra la storia e il sangue
adesso una procella qui riporta
odori antichi Boston s’impadella
rievocato nel porto tra liquami
un angolo per cobra acciambellati
ma il petrolio minaccia anche la storia
non fosse la memoria già saremmo
più amabili tra the in tazze locali
a sbevazzare ubriachi birre nere
sul sepolcro imbiancato di Zio Sam.

 

Print Friendly, PDF & Email