Mύθοι

 

Cé ch’a tajo a rèis
vis bòrgne ’d giuss mossant;
Mare ch’a susno ’l tron
an bërbotand
sò ragg sclin ëd Rosari;
Ciafërla spalia ’d pera
cand ël sol a bruser
j’euj nossent ëd l’amson
passarol;
Barba a scrussìo soa pel
a ’n sol marengh
drocand da l’àmola ’d na fomna
vajanta ’d sò piolèt…

Ëstèile ’d grinor fërlucant
ant le neuit
luschëran ij pensé,
fior ësclinte ’d passion,
gosse spësse d’amel.

A son fasse giumai mit
Stòrie ’d nòsta campagna…

Mythoi/Miti

Nonni che tagliano alla radice/ viti cieche di succo ribollente;/ Madri che desiderano il tuono/ borbottando/ il loro raggio luminoso di Rosario;/ Guancia pallida di pietra/ quando il sole bruciò/ gli occhi innocenti del raccolto/ rinsecchito;/ Zii facevano scricchiolare la loro pelle/ ad un sole marino/ cadendo dall’ampolla di una donna/ abile con la sua accetta…// Stelle di felicità cianciante/ nelle notti/ ruberanno i pensieri,/ fiori chiari di passione,/ dense gocce di miele.// Si sono ormai fatti miti/ Le storie della nostra campagna…

Penteo-squartato-dalle-Baccanti-300x294 (1)

Nelle campagne piemontesi, specie nei decenni a noi precedenti, si sono consumati spesso drammi e violenze sanguinarie (cfr., e.g., Paesi tuoi di Cesare Pavese, tanto per fare un esempio che sa di letteratura e di vita quotidiana), tali a volte da poter essere accostati, pur nella differenza di spazio e di tempo, ai più truculenti tra i miti dei greci: Penteo e le Baccanti, Semele, Niobe, Agamennone e Clitemnestra… Le storie affidate ai racconti fatti durante le vijà (le “veglie” nelle stalle, d’inverno, e sull’aia, d’estate) e i miti cantati dagli aedi…

Print Friendly, PDF & Email