Acireale, mon amour

Acquerello celebrativo

Dallo Ionio cullata
splendente il cielo di sole.
Le  laviche strade ridenti,
i palazzi barocchi imponenti.
Le chiese, i conventi, i collegi,
tra strade scavate
in una collina fiorente.
I corsi più belli
invitano alla sosta il passante.
I balconi richiamano miti
del tempo passato.
Frontoni e putti e rosoni
ti parlano d’arte, di corti,
di nobili mai obliati.
Che dir delle mostre,
d’incontri di illustri oratori
di polis, politica e scienza.
L’arte aleggia sovrana.
Nel mondo non trovi bellezza più piena
c’è vita qui, amore, calore e colori.
Acireale è mito ed è sogno
è dolce realtà.
                    Iole Trovato