Due poesie

PerchE’ poesia

 

Se ti scrivo

è perché muore

il pensiero

se non vive

parole di carta

a tempo

di sentimento.

 

Se ti scrivo

è per non abbandonarti

perché non posso

viverti

in pensieri

che non vedo.

 

Ti scrivo

e vedo me

nelle tue forme.

 

Ti scrivo

e dipingo di te

tutto il bianco

che mi resta.

(9-10 dicembre 2017)

 

 

CINQUANTA PASSI

Le nozze,

come una danza,

sono un abbraccio

che si muove

e muove un passo

e un altro ancora

e un passo ancora.

Cinquanta passi lunghi

come anni corti

come giorni lunghi

come il tempo d’una vita.

Un’onda che sbatte

che inghiotte

che dondola

liquida e forte

e culla figli

poi cresciuti

che cullano altri figli

poi cresciuti.

Fiato affannato

lungo passi

battuti dal cuore

nell’abbraccio

che si muove

e stringe il respiro

smorzato da inciampi

e da giri ed arresti,

da passi provati

pensati vissuti

lungo tutta una vita

impazzita d’amore.

(Acireale, 2 settembre 2018)

Antonio Leotta