Dondola a Sant’Arcangelo. La Stimmung con Samuel Beckett, Rockaby 1980

│A V.S.Gaudio, a chi altri mai anche quando fui Marisa Steiner di Sant’Arcangelo o Aurélia Aino ?│

 

□ La photostimmung è di Blue Amorosi: il dipinto “Ragazza alla finestra” di Dalí è del 1925; Druuna è il personaggio di Paolo Eleuteri Serpieri. Morfologicamente, sono tutt’e due del tipo mesomorfo, con un indice del pondus molto alto. A differenza della poetessa che, nel tempo relativo alla Stimmung, è morfologicamente più longilinea ed ectomorfa. □

 

 

 

 

 

 

finché infine

a capo d’un lungo giorno

in cui dissi a me stessa

a chi altre mai

tempo che la finisca

time she stopped

detto qui a Sant’Arcangelo

adesso che sono stesa qui

sul letto e tu sei qui steso

sull’altro letto tutt’intorno

in alto e in basso

come se fossi quell’altra

che andando su e giù

tutt’intorno

in alto e in basso

fino al giorno in cui

dico a me stessa

a chi altre mai

che appena appena come lei

o forse di più non sono la lode

del genere maschile che infine

torna a sedersi alla finestra

tiro su la tenda e siedo tranquilla

a questa finestra

unica finestra

only window

di faccia ad altre finestre

in cerca di un’altra come me

appena appena come me

Aurélia Steiner di Sant’Arcangelo

o pensa se fossi stata Marisa Aino di Roccanova o

di Senise appena appena come lei

un’altra anima vivente

forse sarei stata più mesomorfa

un po’ più come Druuna alla sua finestra

a capo di un lungo giorno

o come la sorella di Salvador Dalí

rientrata infine che dice a se stessa

a chi altre mai

tempo che la finisca

time she stopped

ma a Roccanova non c’è il mare

e nemmeno a Senise o a Sant’Arcangelo

vedi dunque che come faccio ad essere

l’elogio del mare a capo d’un lungo giorno

seduta a cavalcioni sul tuo letto

unico letto

tutte le tende tirate giù

nessuna su

niente di più

chi potrà vederci da altre finestre

in faccia a questa finestra

un’altra creatura là

another creature there

da qualche parte là

dietro il vetro

somewhere there

behind the pane

another living soul

un’altra anima vivente

Marisa Aino di Sant’Arcangelo

un’unica altra anima vivente

fossi stata Aurélia Steiner di Sant’Arcangelo

e mi avresti presa giù nell’uliveto del petrolio

a capo d’un lungo giorno avremmo

dondolato in alto e in basso

il rock a goccia a goccia tutta di blu

del mio miglior blu con quell’abitino

col cinturino seduta a dondolare

sat and rocked

dondolare nel mio miglior blu

così che infine a capo d’un lungo giorno

infine scendo giù

giù lungo le ripide scale

tiro giù le mutande e giù

dritto giù quella che vuoi tu

Aurélia Aino, Marisa Steiner, elogio del (-phi)

o lode del mare, dondola con gli occhi chiusi

chiudi gli occhi tutt’intorno

in alto in basso

su e giù

alla mia finestra a Sant’Arcangelo

sulle scale a Sant’Arcangelo

sull’altalena nell’uliveto a Sant’Arcangelo

per vedere, to see

essere vista, be seen

fino al giorno

a capo d’un lungo giorno

in cui dico a me stessa

a chi altre mai

tempo che la finisca

time she stopped

tiro giù la tenda e la finisco

tempo che scende giù

giù lungo le ripide scale

tempo che scendi dritto giù

che sia la tua stessa anima

la tua stessa altra anima vivente

rock her off, dondolala via

fuck life off, ci riesci adesso che

non dondolo più in questa luce

che se n’è andata liquida

dondolala via

dondolala via, ancora

 

 

Print Friendly, PDF & Email